Legalizzazione di un documento in Italia: come fare

Ogni volta che si deve presentare documentazione inerente i propri studi, atti giudiziari o accordi tra imprese all'estero ci si chiede dove tradurre e legalizzare un documento, senza sapere come procedere e a chi rivolgersi. Non è semplice rintracciare un professionista che sia in grado di effettuare questo tipo di lavoro in maniera corretta e rispettosa dei criteri normativi. Ciò è dovuto anche all'assenza di informazioni che permettono di applicare precisi criteri di selezione dei soggetti da incaricare. Va tenuto presente che le traduzioni avvengono secondo tre diverse modalità, calibrate sulle specifiche esigenze dei committenti. La traduzione può essere: certificata, asseverata o giurata, legalizzata o apostillata. Tutto dipende dall'utilizzo del documento tradotto. Si devono conoscere le prescrizioni dell'ente di destinazione, solitamente tribunale, Camera di Commercio, Pubblico Registro Automobilistico e simili. Servono apposite qualifiche per poter effettuare traduzione legalizzata documenti perché possano avere il valore necessario. Non tutti i traduttori sono in possesso di tali competenze e autorizzazioni. Solitamente i tribunali richiedono l'iscrizione del traduttore al registro dei consulenti tecnici d'ufficio. Si tratta dell'equivalente dell'albo dei traduttori presente negli Stati esteri.

Come legalizzare la traduzione dei documenti

La domanda che ci si pone è: dove posso tradurre documenti? Per rispondere bene a questo quesito, è opportuno approfondire la procedura che va seguita per la legalizzazione. Infatti non si tratta solo di riportare un testo in una lingua diversa dall'italiano, ma è necessario fare in modo che il documento abbia valore legale. Specialmente per gli atti notarili e giudiziari, serve anche la legalizzazione sulla traduzione. Significa attestare legalmente, da parte dell'autorità che ha firmato l'atto tradotto. l'atto e quindi l'autenticità della medesima firma. Ciò certifica il documento e costituisce il passaggio successivo all'asseverazione. Le traduzioni e legalizzazioni di documenti sono disciplinate dalla Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961, che ha abbreviato i tempi e semplificato le procedure adottando l'apostille, ovvero un timbro specifico che attesta l'autenticità dell'atto e la qualità legale della persona che ha apposto la firma per l'asseverazione. A seconda dell'entità del documento, la legalizzazione si può fare in uffici differenti. Ad esempio i certificati di camere di commercio, comuni e università si legalizzano in prefettura. La documentazione giudiziaria può essere legalizzata presso la procura della Repubblica.

Il traduttore certificato

Uno dei compiti del professionista è quello di tradurre in modo corretto e non letterale, adottato i giusti termini per mantenere il significato. Si tratta quindi di tenere conto degli aspetti culturali e delle norme. La traduzione certificata non ha nulla a che fare con la legalizzazione e l'asseverazione. L'esperto certifica redigendo di suo pugno una dichiarazione in grado di attestare la conformità della traduzione rispetto al documento originale. Tale procedura va bene per qualsiasi esigenza, incluse quelle informali. Ora dovrebbe essere chiaro dove tradurre documenti ufficiali, ovvero a chi rivolgersi. Serve una persona con esperienza, che conosca la lingua straniera in maniera ineccepibile. È necessario che il professionista disponga della sapienza, soprattutto in relazione alle regole, a partire dalle normative nazionali ed europee, e alla cultura, così da rendere il testo perfettamente comprensibile, senza mai stravolgere il suo senso. Il documento tradotto deve essere una copia esatta dell'originale nel significato dei contenuti. Il cliente deve poter sempre consultare il lavoro svolto ed essere informato in modo completo su tutti i passaggi effettuato. Al committente spetta la scelta del tipo di traduzione. In caso di legalizzazione e asseverazione va data precisa istruzione al traduttore, che si occupa direttamente e personalmente di seguire l'iter, senza la necessità che il cliente debba preoccuparsene. Si possono approfondire le informazioni su traduzioni e legalizzazioni di documenti sul sito pierangelosassi.it, che vanta oltre vent'anni di esperienza nel settore e lavora per tradurre documenti di qualsiasi tipo dall'italiano o dall'inglese al fiammingo, all'olandese, allo svedese, al norvegese, al danese e viceversa.